La regola fondamentale è avere sempre tre copie del dato di cui almeno una dislocata in un altro luogo

Disaster recovery

Soluzioni per tutti

Qualche piccolo consiglio per non perdere dati

Le prime domande che poniamo ad ogni nuovo cliente sono molto semplici e precise:

  • Quali sono i dati più importanti per la tua azienda/attività?

  • Quanto tempo puoi attendere prima di riavere i tuoi dati?

Nella fase successiva chiediamo come preservano i loro dati, e spesso troviamo aziende che si contentano di fare un semplice backup su un Hard Disk o peggio ancora su una pen drive.

 

E' buona norma avere almeno tre dispositivi su cui si effettuano i backup, di cui almeno uno in una sede remota.

Non è intenzione dell'articolo spiegare nel dettaglio come si configura un prodotto (software), ma far capire cosa andrebbe implementato per dormire sonni tranquilli.

Backup su dispositivi locali

La prima copia dei nostri dati è bene tenerla sul luogo di lavoro. I supporti consigliati sono Hard Disk, NAS (Hard Disk di rete), storage array, tape. Un Hard Disk o un NAS soddisfano i prerequisiti di qualsiasi professionista o PMI. 

Le altre due soluzioni sono enterprise, quindi con notevoli costi di funzionamento.

Fino a qualche anno fa era soddisfacente avere una semplice copia, ora è necessario averne una differenziale per ogni giorno della settimana e tenuta in deposito per almeno 4 settimane.

Un esempio semplice di quello che bisognerebbe implementare è la Time Machine di Apple oppure il sistema di backup di Microsoft Windows. In pratica questo software tiene traccia delle modifiche effettuate a ogni file, così se per caso un dato all'interno di un file viene per errore eliminato si può andare a recuperare una versione di qualche ora prima o giorno prima.

Ovviamente se dobbiamo implementare questo sistema per un NAS o per un server dobbiamo utilizzare software differenti.

I NAS hanno già a bordo sistemi del genere e di solito la loro configurazione non porta via più di un ora, quindi è un'implementazione abbastanza economica. Per i server il discorso cambia.

Windows Server dispone di Windows Backup, ma diciamo che non è il massimo, nonostante le ultime versioni di Windows Server siano di molto migliorate. Ovviamente è consigliato l'acquisto di un software dedicato come Acronis Backup o VEEAM.

Per i server Linux il discorso è molto più economico in quanto esistono tantissimi software sotto licenza GNU GPL, e quindi gratuiti.

Il prodotto che utilizziamo più frequentemente è RSNAPSHOT. Questo software permette di tenere per diversi mesi copie dei file non utilizzando spazio disco, tramite uno strumento chiamato Hard Link.

Backup in cloud

Ora che abbiamo le nostre copie in locale, è bene averne una in remoto, o come si usa dire oggi, in cloud.

Strumenti che tutti conosciamo sono Google Drive, Apple iCloud, Microsoft OneDrive, DropBox. Questi strumenti sono ottimi per avere una copia dei propri pc, ma in caso di un attacco da parte di un Ransomware, i dati vengono persi poichè sono sincronizzati in tempo reale con il cloud. Inoltre questi software spesso rallentano notevolmente i pc e la banda internet in quanto sincronizzano i dati ogni qualvolta vengono modificati.

La soluzione migliore è avere un NAS su cui è stato fatto il backup dei pc e questo a sua volta farà il backup in un ambiente protetto e non comunicante, se non nel periodo del backup.

Una soluzione molto economica è l'utilizzo di Amazon Glacier, che permette con pochi euro al mese di avere un backup nelle farm di Amazon. 

Un'altra soluzione è l'affitto di un server storage. Noi di solito utilizziamo le soluzioni fornite da OVH per l'affitto della macchina.

Come ultima soluzione è buona norma effettuare una copia dei dati in un'altra sede della vostra attività.

Quanto costa?

Non vendiamo soluzioni a pacchetto, quindi ogni soluzione è cucita su misura seguendo le esigenze e il budget del cliente.

Possiamo dire che una soluzione entry level formata da un NAS e un Hard Disk e la loro configurazione può costare anche solamente 500€, quindi alla portata di tutti.

  • Facebook Social Icon
  • LinkedIn Social Icon
zyxel certified partner

 

© 2020 - Ejart S.r.l. - Via Nicolò V, 19 - 00165 Roma - P.IVA/CF: 07709641000 Rea: RM-1051557 - T: +39.0643412978 - Pec: ejart@pec.it - Email: info@ejart.it - Cap Sociale €15.000 i.v.